« Torna alla lista delle News

11
mar
2008

RTC ALARM Programmare accensione automatica pc o server - come accendere un computer tramite bios


In tutte le situazioni in cui si cerca di risparmiare sull'usura delle parti meccaniche e sulla corrente elettrica, ci si programma un'auto spegnimento quando il pc o server non viene utilizzato. Tenete conto che far rimanere acceso un computer o server per tutte le 24 ore del giorno implica un grosso consumo energetico e anche una movimentazione dei dischi inutile.
Per "grosso consuno energetico" dico che, ad esempio, un Pc con un disco da 7200 rpm, un alimentatore da 400W, un lettore DVD e masterizzatore DVD, Floppy e Scheda video neanche molto potente consuma, nelle 24 ore, energia elettrica per un importo che si aggira attorno ai 1,40 - 1,50 euro.

Il fastidio maggiore è poi per l'accensione; infatti non sempre è piacevole aspettare il tempo di boot e il caricarsi dei servizi oppure basti pensare a tutte quelle installazioni in cui il pc dovrebbe "arrangiarsi" a spegnersi ed accendersi per eseguire dei task prestabiliti (proiezioni, scansioni,..)

La procedura di autoaccensione si esegue da Bios.
C'è da dire che questa soluzione non è fattibile in tutte le schede madri; dovete guardare bene se la mainboard la supporta (di solito il 99% delle attuali).


Basta procedere come segue:
1 - Entrare nel bios ed andare alla voce POWER o qualcosa di simile a POWER MANAGEMENT
2 - Selezionare APM Configuration (o qualcosa di simile...Cambia dai modelli di Bios)

rtc alarm


3 - Cercare la voce POWER ON BY RTC ALARM e abilitarla
4 - Su ALARM DATE selezionare "Every Day" per accendere ogni giorno all'ora prestabilita oppure selezionare il giorno in cui fare questa operazione
5 - Su ALARM HOUR selezionare l'ora dell'accensione
6 - Su ALARM MINUTE selezionare il minuto dell'accensione
7 - Secondi di conseguenza...

rtc alarm apm configuration


Salvare come da bios e il gioco è fatto!
Vedrete che all'ora prestabilita il vosto pc riprenderà vita!

Ecco alcune situazioni in cui uso l'autospegnimento e l'auto accensione
- Su server che svolgono prevalentemente lavoro di file manager o applicazioni che non implicano la connessione remota o il lavoro nelle 24 ore (cioè, quando non c'è nessuno in ufficio, non viene usato) programmo lo spegnimento automatico subito dopo il backup. Alla mattina lo faccio trovare già acceso, così, quando gli utenti arrivano e si loggano non devono aspettare il boot del server.
- Per tutti quegli utenti che "si dimeticano" il pc acceso per il fatto di non dover aspettare il tempo di boot alla mattina, programmo lo spegnimento e il successivo riavvio in automatico mezz'oretta prima che arrivino in ufficio.
- Su postazioni che svolgono funzioni per monitor al plasma o lcd, spengo alla sera e riaccendo alla mattina presto...
- Per postazioni in cui l'utente meno fa e meglio è!!

Se invece non volete spegnere il pc ma aplicare apltri stati energetici, tipo l'ibernazione, eccovi descritti gli stati possibili:

S0 - Il sistema sembra acceso, la CPU è completamente installata e funzionante.
S1 - Il sistema sembra spento, viene spenta la CPU, la RAM viene aggiornata, il sistema è semplicemente in esecuzione in modalità a bassa potenza
S3 - Il sistema sembra spento, la CPU viene spenta, RAM viene aggiornata raramente e l'alimentatore ha una potenza ridotta. S3 è denominato "Salva nella RAM"
S4 - Il sistema sembra spento, l'hardware è completamente spento, ma la memoria di sistema salva un file temporaneo per l'immagine dell'HD. S4 è denominato "Salva su disco"
S5 - Il sistema è spento, l'hardware è completamente spento, si è spento il S.O., non viene salvato nulla temporaneamente, il sistema ha bisogno del riavvio


Ah, dimenticavo... Per lo spegnimento uso diversi metodi, caso per caso.
Il più semplice è di usare lo SHUTDOWN.EXE di Windows.
Lo scrits che uso lo potete scaricare qui.

La sintassi è:
shutdown [{-l|-s|-r|-a}] [-f] [-m [\\NomeComputer]] [-t xx] [-c "messaggio"] [-d[u][p]:xx:yy]

I parametri sono:
-l Chiude la sessione corrente (impostazione predefinita).
-m NomeComputer ha la priorità sugli altri parametri.
-s Arresta il computer locale.
-r Riavvia il computer dopo l'arresto.
-a Interrompe l'arresto. Ignora tutti gli altri parametri ad eccezione di -l e di NomeComputer. È possibile utilizzare il parametro -a solo durante il periodo di timeout del sistema.
-f Impone la chiusura di tutte le applicazioni in esecuzione.
-m [\\NomeComputer] Specifica il computer che si desidera arrestare.
-t xx Imposta il timer per l'arresto del computer dopo xx secondi. L'impostazione predefinita è 20 secondi.
-c "messaggio" Specifica un messaggio da visualizzare nell'area dei messaggi della finestra Arresto del sistema. È possibile utilizzare un massimo di 127 caratteri. È necessario racchiudere il messaggio tra virgolette.
-d [u][p]:xx:yy Elenca i codici di motivo per l'arresto. Nella tabella che segue sono elencati i diversi valori. Valore Descrizione
u Indica un codice utente.
p Indica un codice di arresto pianificato.
xx Specifica il codice di motivo principale (0-255).
yy Specifica il codice di motivo secondario (0-65536).
/? Visualizza informazioni della Guida al prompt dei comandi

Buon risparmio energetico!

 



« Torna alla lista delle News

luca - ha scritto il 11/07/2009 alle 15.29
Salve l'articolo è molto interessante peccato che nella mia scheda madre la voce power non ci sia O.o uso un acer aspire 5720 :'(
andrea - ha scritto il 24/09/2009 alle 16.54
Bravo, molto interessante. Vedo che hai una ASUS come me, peccato che non ci sia la funzione WOL Wake on Lan della scheda di rete integrata!
marisa - ha scritto il 16/05/2010 alle 22.22
Non mi è chiaro sul server come risolvere il problema del login, esiste forse un programma di terze parti? Su server non è possibile fare il login automatico. Ciao
marco - ha scritto il 04/11/2010 alle 20.02
troppo fica
bellimbusto - ha scritto il 17/02/2012 alle 19.42
Grazie mille, informazioni preziose ma sul mio Powerdell 1465 non c'è nulla sul bios, mi sarà utile x il pc in casa :D
bellimbusto - ha scritto il 17/02/2012 alle 19.43
Dimenticavo di chiedere, ci sono altre alternative?

Grazie del tuo aiuto :)
Administrator - ha scritto il 14/05/2012 alle 00.30
Login Automatico :

start > esegui

control userpasswords2

selezionare l'utente desiderato .
eliminare il baffetto.
inserire la password dell'account

il gioco fatto